Phillip Island: Gran Premio d'Australia

E’ stato un giorno costoso nella lotta per il titolo di Dovizioso a Phillip Island. Fortunatamente per gli spettatori, è stato un grande successo di gara. E forse più costoso per le persone che ora riparano le tute, gli stivali e le scarpe che portano le cicatrici di un'altra incredibile battaglia dell'isola.

"Era come il 2015" era la dichiarazione coraggiosa di Marquez nella Conferenza Stampa - quando si sedeva accanto a Valentino Rossi - ma è vero in molti modi. Era una guerra onnipotente davanti prima che Marquez scappasse e Rossi venisse colpito da Iannone che, ha detto il dottore con un sorriso, "è arrivato come un pazzo alla curva". Con quella mossa, Marquez ha guadagnato spazio per respirare davanti. E in termini delle sue aspirazioni del titolo, ne aveva bisogno.

Marc Marquez #93 and Johan Zarco #5 Battle at the Australian Grand Prix - Phillip Island - 2017 -

A quel punto, Marquez era già bruciato in una curva da Zarco, aveva steso una bella striscia di gomma sulla spalla di Rossi, aveva la parte posteriore della sua moto sfregiata e era anche stato portato dal primo al quarto al secondo posto per poi tornato a condurre. Questa è stata una vera guerra e tutti i piloti sono rimasti veramente colpiti. Come Jack Miller, il leader iniziale con un inizio stupefacente, ha dichiarato: "In ogni zona di frenata, nessuno era sicuro!"

Ci sono state alcune mosse sull'orlo di superare il limite e alcune mosse che ci sono state perfettamente all’interno. Alcune mosse avrebbero potuto rovinare i campionati e altri avrebbero potuto - e forse dovuto - finire nella ghiaia (come Zarco all'esterno alla prima curva - come!). Ma non lo hanno fatto, e quando sono stati interrogati sul limite, tutti e tre i piloti a podio hanno detto lo stesso: era una battaglia incredibile. Il limite era il limite necessario per combatterla.

Jack Miller #43 - Leads the opening stages of the Australian Grand Prix - Phillip Island - 2017 -

Rossi ha rilasciato le migliori dichiarazioni, mentre sembrava in piena forma come mai dopo aver conquistato il secondo posto in griglia. Nel parco chiuso il dottore ha semplicemente spiegato che, per uscire in cima, dovevi essere "più stupido di loro". In qualche modo ciò era vero - ma, naturalmente, non è stato detto seriamente. Non era una partita di scacchi, ma nemmeno tutta fortuna. Il nove volte campione del mondo ha spiegato più a lungo i suoi pensieri sulla battaglia nella conferenza stampa:

"Negli ultimi anni il livello di aggressività durante le gare è cresciuto molto, specialmente con i giovani piloti provenienti da Moto2, o ci si arrabbia o no, ma ciò non cambia niente, questo è il gioco. Se non vuoi giocare, dovresti rimanere a casa."

Conoscendo la concorrenza sono stati alcuni dei piloti più difficili - Zarco, Marquez e Iannone, soprattutto – ad avere spinto al limite l'italiano. E anche, interessante, ricordando il 2015 - non voleva essere sbattuto fuori nell'ultimo giro come allora da Iannone. E non lo è stato, battendo sia Zarco che il compagno di squadra Viñales al traguardo.

Marc Marquez #93 - Repsol Honda Team - Australian Grand Prix - Phillip Island - 2017 -

Oltre all'incredibile azione della pista, la gara è stata anche fantastica per le reazioni successive, e il fronte unificato di tutti ha goduto della corsa stessa. C'erano risultati anche da godere - soprattutto per Marquez con il suo guadagno punti e Rossi torna sul podio dopo aver spezzato la gamba - ma l'emozione della lotta è ciò che ha lasciato tutti i protagonisti scoppiettanti di energia in seguito. Questo è ciò che ha bisogno di continuare ad accadere di più, per fermare i fischi al campione del mondo regnante sul podio quando l'uomo dall'altro lato di quella battaglia ora gli stringe la mano. Ecco come è, adesso. E 'incredibile.

Era semplicemente il meglio di quello che ha già mostrato una delle migliori epoche di tutti i tempi, se non la migliore in assoluto. Lunga vita alla battaglia dell'isola, e non ti preoccupare, la avrà - con una delle più lunghe estensioni di contratto per ospitare MotoGP già firmata, con il futuro confermato fino al 2026.

-

Vuoi vedere di più? Scopri la nostra Photo Gallery per vedere ancora più immagini dalla  MotoGP 2017 e molte altre categorie!

https://www.probolt-italy.com/photogallery.html