Imbattuti per 16 Dakars – Sam Sunderland primo su un podio tutto KTM

 Dakar Rally 2017 – Tappa Finale 12

Sam Sunderland e Matthias Walkner hanno ottenuto le prime du posizioni concludendo il rally per la prima volta. Erano stati costretti al ritiro nelle edizioni precedenti.

-Matthias Walkner, Sam Sunderland & Gerard Farres Guell-

Sunderland e Walkner sono subentrati nella lotta del Red Bull KTM Factory Racing Team per il primo posto dopo che il loro compagno di squadra e vincitore della edizione 2016, l’australiano Toby Price, si è dovuto ritirare durante la quarta tappa dopo essersi fratturato la gamba in 4 punti in un incidente. Dopo essere stato operato a La Paz, il campione australiano ha fatto ritorno in patria nella speranza di potere rimontare sulla sua KTM 450 RALLY in quattro mesi.

Sunderland si è presentato al via dell’ultima tappa, una cronometro di 64km, con un vantaggio di 33 minuti a bordo della sua KTM 450 RALLY con il compito di tenere duro fino al raggiungimento dell’obiettivo. Ha completato la tappa in una comoda sesta posizione, sacrificando solo un paio di minuti del suo vantaggio. Dopo quasi 9.000 km attraverso Paraguay, Bolivia e Argentina, ha concluso al primo posto con un tempo complessivo di 32:06.22 ore.

Sunderland: “Quando ho tagliato il traguardo sono stato sopraffatto dall’emozione. Negli ultimi 6 giorni ero stato sempre sotto pressione. Ora è tutto incredibile. Devo ringraziare il mio team, la moto è stata fantastica dall’inizio alla fine. Quando Toby (Price) si è ritirato è stato un duro colpo per tutto il team, perchè è un vero amico. I forti legami che ci tengono assieme hanno aiutato il team a tenere duro e a puntare a qualcosa di speciale. Sono molti I piloti veloci che hanno il potenziale per vincere questa gara, e eliminare tutti i possibili errori è stata la chiave della vittoria.”

-Sam Sunderland KTM 450 RALLY-

Ottima la prestazione di Walkner, che si era ritirato nel 2016 con una frattura alla gamba che lo ha tenuto fuori dale gare per gran parte della scorsa stagione. Era maggiormente sotto pressione per il ridotto distacco che lo separava dagli inseguitori, Gerard Farres Guell and Adrien Van Beveren, vincitore di tappa. Walkner ha concluso al quarto posto, a 33 secondi dal primo, tempo sufficiente a mantenere la sua posizione in classifica. 

Walkner: “Questa Dakar è stata veramente dura, quindi arrivare a Buenos Aires sul podio è una sensazione fantastica. L’anno scorso è stato molto difficile, ed essere qui ora è un sogno che si realizza. Il momento più brutto è stato alla 10ma tappa perchè la mia posizione era in pericolo. Ho studiato a fond oil roadbook per trarne tutto il vantaggio possibile. Lo sforzo è servitor ed è grande sentirsi premiato così.”

La spagnola Laia Sanz, pilota KTM factory, che ha condotto una seconda settimana positive dopo avere perso tempo nella prima, ha terminato al 16mo posto, solo un aposizione in meno del 15mo posto che si era prefissato come obiettivo. Campione del mondo femminile di Enduro, Sanz è la migliore donna pilota di rally-raid. 

-Laia Sanz-

KTM ha vinto la prima volta la Dakar nel 2001 first, salendo sul gradino più alto del podio in tutti gli anni seguenti, salvo nel 2008 quando la corsa venne cancellata per il pericolo di terrorismo in Nord Africa. La edizione seguente tenuta in Sud America per la prima volta, ha creato un forte seguito tra I fan e ha aiutato a fare crescere una generazione di piloti sudamericani. 

L’edizione 2017 è partita dal Paraguay, si è snodata tra le alture della Bolivia e ha prseguito verso sud-est in Argentina. La già difficile gara di due giorni si è arricchita di nuovi livelli di navigazione e difficoltà. E’ stata anche afflitta da un meteo estremo – da 40 gradi allo zero – altitudini fino a 4500m, piogge torrenziali, inondazioni e nel corso dell’ultima settimana una frana colossale in Argentina che non solo ha distrutto un intero Villaggio ma ha pure intrappolato tutti I partecipanti per un giorno intero. Le condizioni di tempo estremo hanno pure condotto alla cancellazione di due tappe e alla riduzione del percorso di alter due causa allagamenti. 

-Matthias Walkner KTM 450 RALLY-

Alex Doringer, manager divisione KTM Enduro e Rally: “La Dakar, con tutte queste circostanze, col tempo, la pioggia ed il fango, è stata difficile non solo dal punto di vista della logistica. Per I piloti è stata una Dakar molto diversa dal solito. Non c’erano I lunghi chilometraggi delle speciali, ma è stata comunque onerosa fisicamente e mentalmente. Sam ha fatto un fantastic lavoro ed è sempre stato costante. Anche di Matthias posso dire lo stesso.” Doringer ha reso omaggio anche a Sanz: “Quanto fatto da questa donna è fantastico.”

Se il Dakar Rally raccoglie I migliori piloti rally-raid, attire anche I team e piloti private che riempiono le griglie di partenza. 97 hanno finite la gara su 146 partiti.

Lo spirit della Dakar è racchiuso in due episodi. Mentre parlava dal suo letto di ospedale a La Paz dopo l’incidente occorsogli nella quarta tappa, Price ha affermato che il suo più grande rimpianto era di avere doviuto abbandonare il team. Poi, il giovedì, il piolta slovacco KTM Stefan Svitko, che aveva concluso al secondo posto lo scorso anno, è svenuto per lo sforzo alla fine della speciale ed ha dovuto essere portato in ambulanza al bivacco. Più tardi è tornado, ha ripreso la moto e si è presentato regolarmente al via della penultima tappa il giorno seguente, e ha finite al 25mo posto complessivo. 

-Sam Sunderland & Staff Dakar 2017-

Risultati Stage 12 Dakar 2017

Río Cuarto - Buenos Aires: 64 km timed, 786 km totali

1. Adrien Van Beveren (FRA), Yamaha, 30:29 min

2. Gerard Farres Guell (ESP), KTM, +00 sec

3. Joan Barreda (ESP), Honda, +18

4. Matthias Walkner (AUT), KTM, +33

5. Paulo Goncalves (POR), Honda, +1:25 min

Other KTM

6. Sam Sunderland (GBR), KTM, +1:42

7. Diego Martin Duplessis (ARG), KTM, +2:16

8. Juan Carlos Salvatierra (BOL), KTM, +3:00

11. Laia Sanz (ESP), KTM, +3:08

Classifica finale Dakar 2017 dopo 12 di 12 stages

1. Sunderland, 32:06:22 h

2. Walkner, +32:00 min (5 min penalità)

3. Farres Guell, +35:40

4. Van Beveren, +36:28 (1 min penalità)

5. Barreda, +43:08 (58:01 min penalità)

Altri KTM
16. Sanz, +3:01:54 h

 

Text and Images Courtesy of KTM Factory Racing.