Il maestro e l'apprendista:

Parti rovesciate e cambiamenti di sorte in campionato in Francia

Dal primo giorno del 2017, siamo stati in attesa di una cosa: il grande showdown. Lo scontro dei titani! La guerra per la corona! Il gioco dei troni! Ma quando dicevamo questo, pensavamo a Viñales e Marquez. Le Mans ha servito un duello leggermente diverso.

Sembrava che Viñales fosse fuggito, poi sembrava che fosse fuggito Rossi e alla fine? Nessuno dei due. Le due Yamaha sono entrate nell'ultimo giro agganciate mentre tutti si mordevano le unghie dalla tensione, perché sapevano ciò che Viñales più tardi ha detto nella conferenza stampa:

"Stavo aspettando il tocco, perché conosco Valentino".

Ogni fan conosce Valentino, e ogni fan lo sa - con alcune eccezioni rare e rilevanti - il "Dottore" esce vincente in un duello. Anche Maverick lo sapeva, ma lo ha smentito.

MotoGP - Jack Miller #43 - Pol Espargaro #44 - Danilo Petrucci #9 - Grand Prix du France - Le Mans - 2017 -

Allora, cos'è successo?

Rossi dice che non lo sa e, sorprendentemente, è stato la posteriore che ha mollato - non l’anteriore. In un fine settimana punteggiato da incidenti dovuti a perdita dell’anteriore - tra cui uno nella gara che sembrava essere il titolo del GP francese scritto dal regnante campione Marc Marquez - questo non era il problema per il maestro, mentre scivolava e guardava l'apprendista superare il traguardo. Rossi stava spingendo forte contro il limite, ma era un limite diverso che ha attraversato che lo ha spedito fuori pista.

A parte il fattore shock, sembra semplicemente un errore che è finito per costare più caro, con il vantaggio psicologico che ora torna a Viñales e il numero 25 davanti al Campionato con un certo margine - ma con un nome familiare in agguato nel secondo. In primo luogo, però, dobbiamo parlare del francese.

Era una facile previsione per la corsa di casa di Johann Zarco che il rookie fiammeggiante, unico e ancora riservato poteva eventualmente strafare. Quella previsione non lo ha molto intimidito quando il pilota Tech 3 ha preso il comando presto nel primo giro e Zarco ha dichiarato di aver subito "un lampo da Qatar", quando ha guidato per sei giri e poi si è schiantato. Ma i campioni - Zarco lo è stato due volte - tendono a imparare dai loro errori e il francese lo ha fatto. Calmo e sereno nel mix davanti, il doppio campione Moto2 ha più che meritato il suo primo podio - e ci ha dato una grande citazione per riassumere la maggioranza dei nostri pensieri guardando le due Yamaha davanti a partire dall'ultimo giro:

"Pensavo che qualcosa poteva succedere, e qualcosa è successo".

I tifosi francesi sono impazziti per il pilota Tech 3 a Le Mans e ne hanno davvero ragione. Un'altra ragione - che dovrebbe suonare leggermente spaventosa per il resto del paddock - è che Zarco ha davvero imparato alcune lezioni. Ha guidato quella gara come se fosse stato a Le Mans per un decennio.

L'uomo che "ha fatto lo Zarco" nel GP francese è stato in realtà l'uomo che non lo ha mai fatto prima - Dani Pedrosa. Lo spagnolo è schizzato dal tredicesimo al settimo posto nelle fasi iniziali, e poi sapeva che doveva passare sopra Dovizioso e Crutchlow davanti a lui per potere vedere le prime posizioni. Dovi è stato superato in modo pulito in frenata - non è una cosa significativa vista la forma del pilota di Forlì - e poi Crutchlow ha fatto un piccolo errore e si è trovato incapace di sbarrare la strada a un Pedrosa in carica seria.

Dopo la vittoria a Jerez, il podio è stato un altro momento impressionante - e ha trasformato Pedrosa dal "pilota che ha vinto questa gara ed è salito molto in classifica" a "lo sfidante più vicino a Maverick Viñales nel campionato".

Moto2 - SKY Racing Team VR46 - Francesco Bagnaia #42 - Le Mans - 2017 -

C'erano molti altri punti di discussione nel GP della Francia - Morbidelli che colpiva sul territorio di Lüthi, Bagnaia in fiamme dopo Jerez, Fenati scivolato - ma uno dei punti nella prima categoria era KTM. Sabato ha visto i due Bulls in Q2 per la prima volta, e la domenica li ha visti entrambe a punti - più che impressionante nel quinto weekend di MotoGP ™ della fabbrica austriaca.

Quindi dopo che la polvere si deposita e lo shock di Le Mans si spegne, c'è una cosa da ricordare:

I due uomini che avevano i test più coerenti nelle prove dell'avambraccio sono ora il primo e il secondo nella lotta per il titolo dopo il quinto round.

-

Voglio vedere di più? Controlla la nostra galleria fotografica per vedere di più da MotoGP

https://www.probolt-italy.com/photogallery/motogp